Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Piadina Gianduiotta senza glutine

>> 25 ottobre 2012

© Riproduzione riservata.



Ieri giretto con Meggy, la pelosona di 30kg, dopo i primi 10 minuti in cui, come al solito, mi ha tirata come un motoscafo tira uno che pratica sci d'acqua, la belva si è calmata e ha deciso di proseguire a passo meno deciso, a tratti mi stava anche a fianco, fieramente convinta di essere lei a portare in giro me e non il contrario.


Sono così finalmente riuscita a godermi la bella e calda giornata autunnale con le piante e le vigne che si accendono di varie tonalità dal giallo, all'arancio fino al rosso fuoco.



Mentre passeggiavo mi è venuta in mente un'idea per una merenda diversa e oggi ho provato a metterla in pratica, così è venuta fuori la piadina Gianduiotta senza glutine, al solito una ricetta semplice, semplice.

Per preparare la piadina mi sono basata sulla ricetta di Olga&Manu del blog "Un cuore di farina senza glutine" ma l'ho modificata aggiungendo cacao amaro e zucchero e togliendo il sale perchè quello che volevo ottenere era una piadina al sapore e colore di cacao, dolce ma non troppo, da accompagnare con della crema Gianduia, ossia della classica crema spalmabile con nocciole.

Ingredienti:

- 100gr di farina senza glutine Pandea Il forno di Olivia
- 100gr di farina senza glutine Mix B Schär
- 125gr acqua (circa)
- 35gr strutto
- 3,75gr lievito istantaneo per torte salate (*)
- 2 cucchiaini da tè di cacao amaro (*)
- 1 confezione di crema spalmabile Novi senza glutine (*)
- un pizzico di bicarbonato
- zucchero q.b.
- farina di riso (*)

(*) per i celiaci: utilizzare solo i prodotti elencati nelle categorie "farina di riso" , "lievito", "cacao" e "creme da spalmare" del Prontuario A.I.C. attualmente in vigore oppure prodotti che siano chiaramente dichiarati "senza glutine" in etichetta dal produttore, come da Regolamento (CE) n° 41/2009 del 20/01/2009 e successive modifiche. Lo strutto è invece un prodotto "naturalmente privo di glutine" .

Ho amalgamato tutti gli ingredienti prima in una ciotola con un cucchiaio poi ho versato tutto sulla spianatoia e impastato fino a ottenere una palla morbida ma compatta, uniforme e non troppo appiccicosa. Si può farla riposare in frigo ma anche usare subito.

L'impasto (tutte le rigature sono dovute al fatto che l'avevo avvolto con la pellicola, in realtà è liscio e compatto)

Ho tagliato l'impasto in tre parti e l'ho steso allo spessore di circa 2mm, mettendo un po' di farina di riso sulla spianatoia e anche sul mattarello per non far aderire l'impasto. Mentre stendevo una parte, ho fasciato le altre con pellicola in modo che non asciugassero troppo.

Con il coppapasta ricavo i dischetti


Con un coppapasta del diametro di 5cm ho ricavato tanti dischetti, ho reimpastato gli scarti avanzati e li ho di nuovo stesi a uno spessore di circa 2mm e creato altre mini piadine fintanto che è stato possibile farlo (sempre utilizzando la farina di riso per evitare che la pasta si attaccasse alla spianatoia).

Ho messo a scaldare una padella in ghisa senza bordo e ho cotto le piccole piadine al cacao da ambo i lati (con i tempi sono andata un po' a occhio, direi meno di 2 minuti per parte, dipende anche da quanto è calda la padella). Durante la cottura si son formate in superficie delle bolle che ho scoppiato, alcune più evidenti e altre meno. Con l'aiuto di una spatola le ho rovesciate per cuocere anche l'altro lato.

Le piccole piadine al cacao appena cotte, che profumo!


Dopo averle cotte tutte, mi sono messa a farcirle con un cucchiaino di crema spalmabile alle nocciole e ho fatto dei piccoli sandwich, infine ho decorato con un po' di zucchero a velo fatto in casa e quindi naturalmente privo di glutine (ossia zucchero semolato aromatizzato con un baccello di vaniglia Bourbon per almeno una settimana e poi tritato finissimamente con il minipimer turbo). In alternativa potete anche usare del cocco disidratato e grattuggiato o della cannella, l'importante è che siano prodotti idonei ai celiaci.


E' un'idea semplice ma simpatica per una merenda sglutinata, magari da preparare coinvolgendo i bambini. Volete sapere se son buone? Provatele

La piadina al cacao appena farcita, pronta per essere mangiata.

Varianti: farcitela con crema pasticcera oppure un formaggio spalmabile e cremoso ben lavorato con la forchetta per ridurlo a pomata (ovviamente per i celiaci occorre che gli tutti gli ingredienti siano "senza glutine").

© Riproduzione riservata.
.


2 commenti:

Sonia 27 ottobre 2012 11:34  

foto bellissime e un dolcetto da leccarsi i baffi!! una vera goduria, bellissima idea :-) buon fine settimana :-D

Ecco le Cose che Piacciono a Me 3 novembre 2012 11:30  

Mi stava per sfuggire questa golosità: ottima idea renderla cioccolatosa!

Posta un commento

Benvenuto/a sul blog e grazie per avermi lasciato un messaggio. Nei commenti non è ammesso segnalare siti commerciali o comunque promozionali, l'inserimento di questi siti sul Blog è considerato spamming e determinerà la cancellazione del commento stesso.


Welcome, thanks for your visit and leaving a comment. You should avoid any links to sites that primarily exist to sell products or services, or sites with objectionable amounts of advertising or sites that require payment or registration to view the relevant content. These comments are considered "spam or spamming" and they'll be deleted.

LinkWithin

  © Blogger template Simple n' Sweet by Ourblogtemplates.com 2009

Back to TOP