Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pane senza glutine con farine Nutrifree e grano saraceno

>> 18 ottobre 2012

© Riproduzione riservata.

Uno dei due filoncini appena sfornati
Non ho mai mangiato molto pane e lo vedete anche dal numero di ricette che ho pubblicato sul blog, però dall'inizo dell'estate ho iniziato a farlo in casa e mi diletto a provare qualche nuova ricetta di tanto in tanto, anche perchè il profumo che si spande nell'aria mentre il pane sta cuocendo nel forno è impareggiabile, poi tanti prodotti industriali sono insapori e hanno una consistenza che non mi soddisfa affatto. E non sono la sola! Nei Paesi Bassi vi sono tanti Germani Reali liberi e, quando avanza del pane in casa, un classico è andare a dare da mangiare a queste voracissime anatre che si trovano nei numerosi canali e laghetti fra le vie cittadine (a volte arrivano fino a dar colpi con il becco contro le gambe se una persona non è particolarmente rapida a sfamarle). Una volta avevo avanzato dei grissimi senza glutine perchè avevano un sapore che non mi piaceva, ho provato a darli alle anatre ma anche loro li hanno lasciati per terra!

Il pane cucinato domenica, invece, penso proprio che lo avrebbero gradito anche loro. La ricetta è quella che trovate sul sito NUTRIFREE, ho solo apportato alcune piccole variazioni che vi illustrerò durante la preparazione.

Ingredienti:
  • 400 g di mix senza glutine per pane Nutrifree 
  • 100 g di farina di grano saraceno [*]
  • 400 g di acqua
  • 20 g di olio extra vergine di oliva
  • 15 g di lievito di birra fresco
  • 10 g di sale fino
  • 10 g di zucchero 
  • farina per polenta [*]
[*] per i celiaci: usare farine presenti nelle categorie "farina di grano saraceno" e "farina di mais - per polenta" del Prontuario AIC in vigore oppure marchi che rechino chiaramente in etichetta la dicitura "senza glutine" come da Regolamento (CE) n° 41/2009 e successive modifiche e integrazioni.

Queste sono le dosi che sono riportate sul sito Nutrifree, per la cronaca, le ho ridotte molto e fatto due piccoli filoncini per me (li vedete nelle foto).

In una ciotola ho mischiato i due tipi di farine.

Ho riscaldato dell'acqua e aspettato che raggiungesse una temperatura intorno ai 27°C utilizzando un apposito termometro.

La temperatura dell'acqua deve scendere ancora un pochino prima di aggiungere il lievito

A questo punto ho sciolto per bene il lievito nell'acqua e ho aggiunto un pizzico di zucchero per nutrire il lievito.
Nella ciotola con le farine ho aggiunto pian piano l'acqua con il lievito e, dopo aver iniziato a amalgamare con una spatola, l'olio.
Non appena ho ottenuto una consistenza accettabile, ho trasferito il composto sulla spianatoia, precedentemente infarinata con farina di riso, e ho iniziato a impastare con le mani. Ho salato e continuato a impastare, spolverizzando con della farina di riso quando l'impasto si attaccava al piano di lavoro, fino a ottenere una palla di impasto omogenea.

Come scritto nella ricetta ho praticato una specie di foro nella parte inferiore con un dito e ho inciso una X sulla sommità, ho preso una ciotola pulita, l'ho unta con le mani con un goccio di olio (sia il fondo che le pareti) e vi ho messo l'impasto poi ho inumidito la superficie con le mani bagnate e, infine, sigillato con pellicola trasparente.

L'impasto prima della lievitazione
Ho messo in forno (spento) a lievitare lasciando accesa la lucina del forno per alcuni minuti visto che ormai la casa non è più calda come un mese fà anche se non ho ancora acceso il riscaldamento. Dopo un'ora e mezza l'impasto era lievitato piuttosto bene nonostante la giornata uggiosa.

Ho messo della carta forno sulla teglia e l'ho unta con le mani con un goccio di olio, ho tagliato l'impasto in due parti con la spatola e l'ho adagiato sulla teglia creando un paio di filoncini.
Ho diviso l'impasto in due parti simili e ho creato i filoncini
Ho distribuito un goccio di olio e, successivamente, della polenta [*] macinata fine sulla superficie.
Prima distribuisco un goccio d'olio sulla superficie e lo stendo con le mani,
poi cospargo con farina di mais per polenta macinata fine
Ho fatto un paio di tagli in diagonale su ciascuno dei due filoncini con un coltello a lama liscia, infine ho messo in forno già caldo e cotto per circa una mezz'ora a 185°C.
La cottura procede benone
La ricetta originale prevede di fare un'unica pagnotta e il tempo di cottura è ovviamente maggiore (ved. sul sito Nutrifree i dettagli per la cottura). A me piace la crosta del pane e non amo troppo la mollica così preferisco fare dei panini più piccoli rispetto a un'unica pagnotta, inoltre nel mio fornetto la cottura di un pane più grande non viene molto bene mentre quelli piccoli riescono a cuocere bene anche all'interno.

L'interno di uno dei due filoncini
Questo pane mi è piaciuto: buon sapore, ottimo profumo, la crosta è rimasta bella croccante come piace a me e l'interno morbido; quel poco che è avanzato per la colazione del mattino successivo è diventato meno fragrante, come tanti pani senza glutine, tuttavia l'ho tagliato a fette e messo a riscaldare nel tostapane, un filo di marmellata e la colazione è stata servita.

© Riproduzione riservata.
 .

2 commenti:

Sonia 18 ottobre 2012 22:31  

molto bello questo pane rustico. questa farina si presta bene per queste preparazioni e la farina di grano saraceno da una marcia in più :-D

RaffaellaM 19 ottobre 2012 00:05  

Innanzitutto ringrazio tutte coloro che sono passate a trovarmi in questi giorni e hanno lasciato un commento sul post delle Rifatte Senza Glutine, gran bella giornata, complimenti a tutte per le vostre belle e personali interpretazioni.

@SONIA: sono una panificatrice in erba, una sorta di abbozzo e ho tantissima strada da percorrere però mi sto proprio divertendo a provare qualche ricetta. Il grano saraceno è una recente scoperta e devo dire che mi piace molto, appena posso cerco di aggiungerlo in qualche preparazione. Buona notte

Posta un commento

Benvenuto/a sul blog e grazie per avermi lasciato un messaggio. Nei commenti non è ammesso segnalare siti commerciali o comunque promozionali, l'inserimento di questi siti sul Blog è considerato spamming e determinerà la cancellazione del commento stesso.


Welcome, thanks for your visit and leaving a comment. You should avoid any links to sites that primarily exist to sell products or services, or sites with objectionable amounts of advertising or sites that require payment or registration to view the relevant content. These comments are considered "spam or spamming" and they'll be deleted.

LinkWithin

  © Blogger template Simple n' Sweet by Ourblogtemplates.com 2009

Back to TOP