Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Torta alle nocciole di Piera senza farina e senza glutine

>> 2 dicembre 2012

© Riproduzione riservata.


Un caffè, una tortina alle nocciole senza farina e glutine, ecco che la giornata può iniziare!

Le torte di nocciole sono un classico della cucina Langarola Piemontese e si possono preparare sia con la farina che senza farina. Diverso tempo fà avevo postato la ricetta della versione senza glutine con la farina, nei giorni scorsi mi sono preparata delle piccole tortine per la colazione utilizzando però l'impasto della versione senza glutine e senza farina che di seguito vi scrivo in dettaglio.
E' la ricetta che mi aveva passato mia suocera Piera; gli ingredienti sono tutti "naturalmente privi di glutine" quindi idonea ai celiaci ma anche a chi non lo è, inoltre è adatta anche per chi soffre di intolleranza al lievito perchè nella versione di mia suocera non è previsto.
La nocciola che si coltiva in Piemonte nelle zone comprese fra Langhe, Roero e Monferrato è la varietà Tonda Gentile (trilobata). Si presta a numerose preparazioni dolci (es. torte, brutti ma buoni, baci di dama ..... ecc.) ma anche salate, la prossima ricetta sarà proprio un gustoso secondo piatto Piemontese con le nocciole.

Ingredienti:
  • 300gr nocciole Piemonte IGP, tostate e tritate
  • 6 uova fresche (separare gli albumi dai tuorli)
  • 300gr zucchero
  • 100gr burro a temperatura ambiente
  • 2 cucchiai latte
Ho messo le nocciole tostate in freezer per una quarantina di minuti poi le ho tritate finemente con l'accessorio tritatutto piccolo del minipimer Patisserie (come ho già scritto da altre parti la conservazione in freezer permette di tritare le nocciole ma anche le mandorle senza far fuoriuscire l'olio e trasformare il composto in una massa oleosa).
Con la frusta del minipimer ho montato a neve i bianchi d'uovo con un pizzico di zucchero prelevato dalla dose della ricetta e li ho messi da parte. In un'altra ciotola ho invece montato i tuorli con il restante zucchero poi via via ho aggiunto le nocciole tritate e il burro ammorbidito e tagliato a pezzettini, ho azionato di nuovo il minipimer fino a ottenere un impasto omogeneo. Ho versato gli albumi montati a neve e con una spatola, mescolando dal basso verso l'alto per non smontarli, li ho incorporati al composto.

Ho preriscaldato il forno a 180°C.

Ho versato l'impasto fino a 3/4 di altezza di uno stampo da muffins (diametro foro 7cm e altezza foro 3cm), imburrato e infarinato anche se antiaderente. Ho infornato e cotto per una mezz'ora (fare la prova stecchino per valutare la cottura).
In alternativa è possibile imburarre e infarinare una teglia rettangolare e fare una torta unica che poi andrà tagliata a quadrati, i tempi di cottura in questo caso sono di una quarantina di minuti (è bene fare la prova stecchino per valutare la giusta cottura).
Con le dosi sopra indicate e, utilizzando lo stampo da muffins, vengono 15 tortine.
In ogni caso occorre far raffreddare bene sia la torta che le tortine prima di tagliarli e rimuoverli dagli stampi.

VINI:
la torta di nocciole sia con che senza farina si gusta al meglio con due classici vini da dessert Piemontesi: il Brachetto d'Acqui DOCG (vino rosso, dolce, dall'aroma muschiato che va consumato giovane) oppure il Moscato d'Asti DOCG (vino bianco, dolce, talvolta frizzante/vivace, anch'esso va consumato giovane).

SALSE DI ACCOMPAGNAMENTO:
zabaione tiepido, qui trovate la ricetta dello zabaione nelle varie versioni (moscato, marsala)

SITI UTILI:
Consorzio Tutela della Nocciola Piemonte.


© Riproduzione riservata.

7 commenti:

Sonia 2 dicembre 2012 19:16  

mih che buona!! a me piacerebbe taaaanto :-) specie perchè è per CILIACI ;-)) brava Raffy, un abbraccio e buona serata :-D

RaffaellaM 2 dicembre 2012 19:18  

Miiiii ma sei qui fuori dalla porta? aspetto che apro e ti faccio entrare, con questo freddo ci gustiamo uno zabaione caldo. Ciao carissima buona serata anche a te

RaffaellaM 2 dicembre 2012 19:25  

Eh si le torte per CILIACI sono buone, provare per credere! Ciliaci, ciriaci, cigliaci ..... ci chiamano in tanti modi ahahaha

paneamoreceliachia 2 dicembre 2012 22:44  

Fantastica questa variante naturalmente senza glutine. Questo consiglio del freezer è davvero ottimo.
Proverò al più presto.

PS: meglio i nomignoli vari che quando ti dicono: CELI CHI?
alice

RaffaellaM 2 dicembre 2012 23:10  

Ciao Alice, un altro sistema è quello di tritare le nocciole o le mandorle insieme a dello zucchero ma io uso quasi sempre il freezer. Anche una mezz'ora è sufficiente, giusto il tempo di preparare gli altri ingredienti della torta e l'attrezzatura adatta. Grazie della visita

La Gaia Celiaca 6 dicembre 2012 23:04  

anche io uso il trucco di mettere la frutta secca in freezer prima di tritarla. questa GFG ne sanno sempre una più del diavolo!
torta, o muffin che dir si voglia, che immagino buonissima, le nocciole sono una cosa troppo buona.
dev'essere morbida dentro e croccantina quando si addenta... bontà!

RaffaellaM 7 dicembre 2012 22:58  

Ciao Gaia, hai ragione si è formata una bella crosticina fuori e dentro è rimasta morbida. Al diavolo la dieta, le tortine son durate poco!

Posta un commento

Benvenuto/a sul blog e grazie per avermi lasciato un messaggio. Nei commenti non è ammesso segnalare siti commerciali o comunque promozionali, l'inserimento di questi siti sul Blog è considerato spamming e determinerà la cancellazione del commento stesso.


Welcome, thanks for your visit and leaving a comment. You should avoid any links to sites that primarily exist to sell products or services, or sites with objectionable amounts of advertising or sites that require payment or registration to view the relevant content. These comments are considered "spam or spamming" and they'll be deleted.

LinkWithin

  © Blogger template Simple n' Sweet by Ourblogtemplates.com 2009

Back to TOP